WWW.AULAMAGNAMAGNA.IT

Oggi è 25th ottobre 2014, 16:16
Indice » GIURISPRUDENZA » Sulle Materie



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 61 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Prossimo
Autore
Cerca per:
Messaggio

Non connesso
Gran Consigliere del Forum
Gran Consigliere del Forum
Avatar utente

Iscritto il: 27th settembre 2006, 15:27
Messaggi: 705
Località: palermo

Messaggio Inviato: 10th dicembre 2006, 12:42 
Top  
hutch allora posso provare ad aiutart?
l'accettazione con benificio d'inventario insieme alla imputazione ex se presupposti x l azione d riduzioni...in particolare l acct con beneficio d'inventario consente di portare al onvenuto cn l'azione di riduzione la portata dell asse ereditario.. :idea: nn so ti ho aiutata!
io sn nel panichissimo!aiuto!

_________________
Strange days have found us,Strange days have tracked us down,Theyre going to destroy,Our casual joys..
(The Doors)

Immagine

 Profilo  

Non connesso
Gran Consigliere del Forum
Gran Consigliere del Forum

Iscritto il: 7th giugno 2004, 10:56
Messaggi: 1023
Località: PROV.DI PA

Messaggio Inviato: 10th dicembre 2006, 13:24 
Top  
http://www.101professionisti.it/guide/s ... causa.aspx

_________________
"La vita è un brivido che vola via, è tutto un equilibrio sopra la follia..." Vasco


...16/04/2009 La proclamo Dottore in Giurisprudenza...

Ornella

 Profilo  

Non connesso
Gran Consigliere del Forum
Gran Consigliere del Forum

Iscritto il: 22nd ottobre 2006, 16:04
Messaggi: 884

Messaggio Inviato: 10th dicembre 2006, 13:45 
Top  
carries ha scritto:
hutch allora posso provare ad aiutart?
l'accettazione con benificio d'inventario insieme alla imputazione ex se presupposti x l azione d riduzioni...in particolare l acct con beneficio d'inventario consente di portare al onvenuto cn l'azione di riduzione la portata dell asse ereditario.. :idea: nn so ti ho aiutata!
io sn nel panichissimo!aiuto!


hey carries...si mi riferivo a qst argomento ma nn capisco perchè l' accettazione con beneficio d'inventario è necessaria per poter esercitare l' azione di riduzione?l' imputazione ex se è chiaro perchè, ma nn capisco la ratio del secondo presupposto: l' accettazione con beneficio d'inventario,per l'appunto.
cmq grazie!!!!!!!!

 Profilo  

Non connesso
Gran Consigliere del Forum
Gran Consigliere del Forum

Iscritto il: 22nd ottobre 2006, 16:04
Messaggi: 884

Messaggio Inviato: 10th dicembre 2006, 13:46 
Top  
futurogiudice ha scritto:
Intanto complimenti per il carattere sei veramente molto aggressiva cmq nella vita "est modus in rebus"nn va affatto bene essere sempre isterici.... almeno nn fa parte del mio modus agendi! e poi lui sarà stato anche molto volgare e offensivo, ma seneca nella sua epistola 47 a lucilio diceva: Non quidquid nos offendit et laedit.............il significato lo conosci perchè da come parli, presumo che come me, tu venga dal classico!


si ma io non sono seneca...caso mai sofocle...indi tutte le conclusioni vengono ad essere caducate!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! :albino: :albino:

 Profilo  

Non connesso
SuperMegaPresidente
SuperMegaPresidente
Avatar utente

Iscritto il: 11th giugno 2006, 14:09
Messaggi: 3181
Località: Princeton-Plainsboro teaching Hospital

Messaggio Inviato: 10th dicembre 2006, 15:23 
Top  
hutch se mi dici in che pagina del nivarra è scritta scta cosa vediamo se ti posso aiutare.
P.s. devi dare privato b con nivarra a dicembre

_________________
Immagine

 Profilo WWW  

Non connesso
Gran Consigliere del Forum
Gran Consigliere del Forum

Iscritto il: 22nd ottobre 2006, 16:04
Messaggi: 884

Messaggio Inviato: 10th dicembre 2006, 15:27 
Top  
Mrkennedy ha scritto:
hutch se mi dici in che pagina del nivarra è scritta scta cosa vediamo se ti posso aiutare.
P.s. devi dare privato b con nivarra a dicembre


esatto e sn un po' nella m..da!cmq è a pag. 488!mi chiedo perchè è necessario che il legittimario abbia accettato cn beneficio d'inventario pe poter esperire l' azione di riduzione nei confronti di soggetti "estranei" alla successione?non lo spiega nessuno dei testi cheho consultato e nn lo ha spiegato neanche lui a lezione

 Profilo  

Non connesso
SuperMegaPresidente
SuperMegaPresidente
Avatar utente

Iscritto il: 20th settembre 2005, 18:17
Messaggi: 2569
Località: Dipartimento Varie ed Eventuali

Messaggio Inviato: 10th dicembre 2006, 16:33 
Top  
Hutch ha scritto:
Sapreste spiegarmi perchè per poter agire in riduzione nei confronti di soggetti che non sono chiamati a succedere come eredi il legittimario deve aver accettato l' eredità con beneficio d' inventario?
E poi...quali sono esattamente le cause che azionano ciascuno degli istituti della devoluzione successiva?La premorienza è o non è una delle cause???
Il Nivarra dice una cosa, il Torrente ne dice un' altra e il codice un' altra ancora...AIUTO!! :cyclops: :cyclops: :cyclops:


Mmm, per problemi al mio computer mi ero perso questo topic. vedo che i provocatori non mancano mai. A volte basta semplicemente ignorarli però.

Tornando allla domanda:
Effettivamente il Nivarra non scrive il perchè dell'accettazione con benefico per poter esperire l'azione di riduzione. La soluzione però mi sembra abbastanza chiara. L'accettazione con beneficio, come sai, comporta la trascrizione dell'acquisto nel registro immobiliare e in quello delle succcessioni e la trascrizione, in quanto pubblicità dichiarativa, permette l'opponibilità a terzi dell'acquisto. In questo caso i terzi sono coloro esterni alla successione vera e propria, i non eredi (legatari e donatari, cioè). Se, perciò, il legittimario vuole agire in riduzione, deve avere un titolo ad essi opponibile, ovvero trascritto. Capito il moticvo dell'accettazione con beneficio? :bom:
Inoltre, a seguito dell'accettazione e, come capirai, per lo stesso motivo, è anche possibili agire contro eventuali terzi subacquirenti con modalità particolari indicate dal codice.
Sono stato capito? :albino:

_________________
"Sì, te, proprio te che nella folla ti confondi e in mezzo a molti sei sola, proprio te io cercavo...!" (Mizar)

 Profilo  

Non connesso
SuperMegaPresidente
SuperMegaPresidente
Avatar utente

Iscritto il: 20th settembre 2005, 18:17
Messaggi: 2569
Località: Dipartimento Varie ed Eventuali

Messaggio Inviato: 10th dicembre 2006, 16:51 
Top  
Per quanto riguarda invece le cause che attivano gli isituti della devoluzione successiva il codice fa generico riferimento ai casi in cui il delato non PUO' O VUOLE ACCETTARE. Se hai un codice annotato, dovrebbe rimandarti agli articoli che statuiscono questi casi.
Il mio fa riferimento
1) Per il non poter accettare: 463, 481, 487

2)Per il non voler accettare al solo caso della rinunzia, come è chiaro! In particolare gli artt 522-523 fanno riferimento alla devoluzione.

In generale puoi dire che si attivano questi istituti quando vi è delazione, ma non quando vi è incapacità a succedere. Ad esempio sai che l'indegno non è considerato incapace...potest capere sed non potest retinere. Quindi egli non potrà accettare l'eredità e si attiverà la devoluzione

La premorienza invece non attiva la devoluzione perchè semplicemnte si trasmette agli eredi il diritto ad accettare ex art 479. Qui si parla di trasmissione agli eredi, mentre i soggetti individuati dalla legge nella devoluzione sono altri (figli, coeredi, colegatari, etc).
Anche qui sono stato chiaro?

_________________
"Sì, te, proprio te che nella folla ti confondi e in mezzo a molti sei sola, proprio te io cercavo...!" (Mizar)

 Profilo  

Non connesso
SuperMegaPresidente
SuperMegaPresidente
Avatar utente

Iscritto il: 11th giugno 2006, 14:09
Messaggi: 3181
Località: Princeton-Plainsboro teaching Hospital

Messaggio Inviato: 10th dicembre 2006, 19:02 
Top  
il nivarra fa pena!cmq hutch pure io sarò li x l'esame

_________________
Immagine

 Profilo WWW  

Non connesso
Gran Consigliere del Forum
Gran Consigliere del Forum
Avatar utente

Iscritto il: 27th settembre 2006, 15:27
Messaggi: 705
Località: palermo

Messaggio Inviato: 10th dicembre 2006, 21:12 
Top  
anke io..ollè!

_________________
Strange days have found us,Strange days have tracked us down,Theyre going to destroy,Our casual joys..
(The Doors)

Immagine

 Profilo  

Non connesso
Scrittore appasionato
Scrittore appasionato

Iscritto il: 5th novembre 2006, 09:37
Messaggi: 656

Messaggio Inviato: 10th dicembre 2006, 22:05 
Top  
sn del secondo anno di scienze giuridiche, quindi nn sono più una nuova leva........intendiamoci nn che sia un'offesa!cmq grazie per i complimenti

 Profilo  

Non connesso
SuperMegaPresidente
SuperMegaPresidente
Avatar utente

Iscritto il: 20th settembre 2005, 18:17
Messaggi: 2569
Località: Dipartimento Varie ed Eventuali

Messaggio Inviato: 10th dicembre 2006, 22:06 
Top  
E forse io pure. Però seduto in fondo con un cesto di popcorn :albino: :cheers: :cheers: :cheers:

_________________
"Sì, te, proprio te che nella folla ti confondi e in mezzo a molti sei sola, proprio te io cercavo...!" (Mizar)

 Profilo  

Non connesso
Gran Consigliere del Forum
Gran Consigliere del Forum

Iscritto il: 22nd ottobre 2006, 16:04
Messaggi: 884

Messaggio Inviato: 10th dicembre 2006, 22:44 
Top  
Babaluga ha scritto:
Hutch ha scritto:
Sapreste spiegarmi perchè per poter agire in riduzione nei confronti di soggetti che non sono chiamati a succedere come eredi il legittimario deve aver accettato l' eredità con beneficio d' inventario?
E poi...quali sono esattamente le cause che azionano ciascuno degli istituti della devoluzione successiva?La premorienza è o non è una delle cause???
Il Nivarra dice una cosa, il Torrente ne dice un' altra e il codice un' altra ancora...AIUTO!! :cyclops: :cyclops: :cyclops:


Mmm, per problemi al mio computer mi ero perso questo topic. vedo che i provocatori non mancano mai. A volte basta semplicemente ignorarli però.

Tornando allla domanda:
Effettivamente il Nivarra non scrive il perchè dell'accettazione con benefico per poter esperire l'azione di riduzione. La soluzione però mi sembra abbastanza chiara. L'accettazione con beneficio, come sai, comporta la trascrizione dell'acquisto nel registro immobiliare e in quello delle succcessioni e la trascrizione, in quanto pubblicità dichiarativa, permette l'opponibilità a terzi dell'acquisto. In questo caso i terzi sono coloro esterni alla successione vera e propria, i non eredi (legatari e donatari, cioè). Se, perciò, il legittimario vuole agire in riduzione, deve avere un titolo ad essi opponibile, ovvero trascritto. Capito il moticvo dell'accettazione con beneficio? :bom:
Inoltre, a seguito dell'accettazione e, come capirai, per lo stesso motivo, è anche possibili agire contro eventuali terzi subacquirenti con modalità particolari indicate dal codice.
Sono stato capito? :albino:


il problema è che alle volte i provocatori esagerano ed ignorarli risulta veramente difficile...cmq grazie mille per la risposta!ma t stai preparando per il dottorato o hai fatto radici in dipartimento tra quei simpaticoni degli assistenti??? :bom:

 Profilo  

Non connesso
SuperMegaPresidente
SuperMegaPresidente
Avatar utente

Iscritto il: 20th settembre 2005, 18:17
Messaggi: 2569
Località: Dipartimento Varie ed Eventuali

Messaggio Inviato: 10th dicembre 2006, 22:46 
Top  
Privato ce l'ho scolpito nei neuroni non me lo tolgono via neanche con le torture :faroah:
D'altronde è fondamentale praticamente per tutte le materie, oltre che nelle piccole cose della vita

_________________
"Sì, te, proprio te che nella folla ti confondi e in mezzo a molti sei sola, proprio te io cercavo...!" (Mizar)

 Profilo  

Non connesso
Gran Consigliere del Forum
Gran Consigliere del Forum

Iscritto il: 22nd ottobre 2006, 16:04
Messaggi: 884

Messaggio Inviato: 10th dicembre 2006, 22:58 
Top  
Babaluga ha scritto:
Per quanto riguarda invece le cause che attivano gli isituti della devoluzione successiva il codice fa generico riferimento ai casi in cui il delato non PUO' O VUOLE ACCETTARE. Se hai un codice annotato, dovrebbe rimandarti agli articoli che statuiscono questi casi.
Il mio fa riferimento
1) Per il non poter accettare: 463, 481, 487

2)Per il non voler accettare al solo caso della rinunzia, come è chiaro! In particolare gli artt 522-523 fanno riferimento alla devoluzione.

In generale puoi dire che si attivano questi istituti quando vi è delazione, ma non quando vi è incapacità a succedere. Ad esempio sai che l'indegno non è considerato incapace...potest capere sed non potest retinere. Quindi egli non potrà accettare l'eredità e si attiverà la devoluzione

La premorienza invece non attiva la devoluzione perchè semplicemnte si trasmette agli eredi il diritto ad accettare ex art 479. Qui si parla di trasmissione agli eredi, mentre i soggetti individuati dalla legge nella devoluzione sono altri (figli, coeredi, colegatari, etc).
Anche qui sono stato chiaro?


baba cmq nonostante i limiti stringenti almio cervello una cosa almeno l' avevo capita...sul non volere accettare come rinunziare!cmq grazie ancora!cmq dall' erudizione in materia in 30 e lode nn te lo avrà levato nessuno immagino, altrimenti...che ingiustizia!

 Profilo  
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 61 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Prossimo

Vai a:  


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group :: Style based on FI Subice by phpBBservice.nl :: Tutti gli orari sono UTC + 1 ora
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010